3° Giorno Tappa Valle-Jørpeland  

Ancora una tappa di pochi chilometri, ma sicuramente fra le più intense, spettacolari e faticose:

Si riparte dal campeggio di buon’ora in direzione sud, ma presto, dopo aver oltrepassato le belle cascate Hallandsfossen (foss=cascata), si svolta a destra, in direzione di Myklestøyl; oltrepassato il bivio per Ådneram imbocchiamo quello per Lysebotn, villaggio all’estremità di un fiordo che sembra tagliato con l’accetta: ci aspettano 27 tornanti per una discesa mozzafiato, inserita come prova speciale nel programma del rally di Montecarlo.

Non esiste altra via d’uscita che imbarcarsi sul traghetto che percorre l’intero Lysefjorden fino a Lauvvik (parte alle 13:00 e arriva alle 15:45) e poi quello che da Lauvvik attraversa la foce fino ad Oanes (10 minuti).

Chi pensa che le fatiche e le meraviglie della giornata siano terminate si sbaglia di grosso! Dopo una breve presa di contatto con il camping a Jørpeland (Prejkestolen o Solvik), senza neanche perdere tempo a montare le tende ci si inerpica sulla salita che porta al cosiddetto Pulpito di Prejkestolen: una terrazza naturale quadrangolare affacciata sulle acque del fiordo appena percorso, alta oltre seicento metri.

Sono due buone orette di cammino, per lo più agevoli, eccezion fatta per alcuni passaggi nei quali ci si aiuta con le mani.

Nella speranza che non ci sia nebbia, altrimenti la visita non ha senso.

Ridiscesi a valle ci si procaccia il cibo (presso il camping stesso) e ci si gode il meritato riposo.

Tappa Precedente        Clicca per accedere al Diario Live di questa tappa        Tappa Successiva